VISITE
Vangelo del giorno
Sabato 04 Febbraio 2023 
        In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare.
Allora andarono con la barca verso un luogo deserto, in disparte. Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città accorsero là a piedi e li precedettero.
Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, ebbe compassione di loro, perché erano come pecore che non hanno pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.

(Mc. 6,30-34)
Bibbia – CEI 2008
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

vescovo

Commovente celebrazione eucaristica a conclusione dell’anno giubilare presieduta da sua E. Mons. Francesco Sgalambro  in visita pastorale alla comunità parrocchiale.

   Prima della celebrazione il Prof. Martino Spallino,  nella sua relazione alla comunità, ha percorso, con fedeltà storica, il cammino che ha visto la chiesa dedicata a Maria Assunta prima unica  “ Matrice” per  tutta la comunità castelbuonese, poi, per un lungo periodo,  chiesa “ dimenticata, abbandonata e relegata a magazzino di opere sacre”  e infine, nel 1958 ( su proposta di alcuni sacerdoti castelbuonesi: P. Martino Fiasconaro, P. Vincenzo Minutella e P. Giuseppe Ricotta) eretta a Parrocchia  assieme alla chiesa di Sant’Antonino Martire

   Ha celebrato la bellezza artistica che essa contiene e nella struttura stessa e nelle opere che “gelosamente” accoglie ( polittico, ciborio, affreschi, etc..)

  Ma soprattutto ha testimoniato la dimensione di estrema apertura iniziata dal primo parroco Don Paolo Raimondi e continuata dall’attuale Don Angelo Calì.

   Quest’ultimo ha manifestato con le lacrime l’amore alla comunità.

  La commozione è stata grandissima in tutti quando ha invitato all’altare il giovane Castelbuonese Daniele Lo Cicero uscito dal coma, in cui era entrato dopo un brutto incidente, proclamando in lui la potenza del Signore che ha voluto meravigliare e stupire quanti,[ soprattutto giovani ] in nome di Daniele, spontaneamente, si erano ritrovati, fino a tarda notte, a pregare per lui, sperimentando nel “ miracolo” di Daniele la Potenza di Dio che compie prodigi per il suo popolo.

   Il vescovo  ha trasmesso a tutti la gioia nel constatare una comunità viva, attenta, consapevole di un cammino di conversione iniziato, ma non concluso con l’anno giubilare.

  Ha richiamato tutti alla dignità di battezzati e solennemente ha confermato nella fede il cammino giubilare.

  Don Angelo Calì, concludendo, ha , in nome della comunità tutta, assicurato al vescovo la piena comunione con lui.

 

Lascia un commento

Utenti collegati
Liturgia del giorno
Cliccando sulle icone link per visualizzare e accedere alla liturgia del giorno e alla liturgia delle ore.
Video new
Per vedere i filmati clik sull'icona di quello che scegli di vedere
Video Ros
www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com www.ilconfronto.com YouTube
Le vignette di T&T
Cliccando sulla immagine link per visualizzare le vignette. Richiedi password per accedere

 


www.ilconfronto.com

Concili
nella storia
della Chiesa

Piccola
biblioteca
da "sfogliare"

Raccolta video
"Il Confronto"

I Migranti sono
Persone..
non questioni
migratorie

Riflessioni sui
Migranti:
ricordando
La storia
di Ruth

P. Sorge
La politica
di chiusura
Mostrerà
la propria
disumanità

Lettera al
Presidente
della Repubblca
delle clarisse
carmelitane

Il nuovo patto
delle Catacombe
Chiesa povera
per i poveri

Cardinale Zuppi
a "Che tempo che fa"