VISITE
Vangelo del giorno
Venerdì 07 Maggio 2021
In quel  tempo,  disse Gesù ai suoi discepoli:
«Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici.
Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».


(Gv 15,12-17)
Bibbia – CEI 2008
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Amici e fratelli, mentre voi rientrate dalle ferie, io mi faccio vivo dopo molti mesi dall’ultima lettera.

E’ vivissimo in me il ricordo di una scena risalente alla mia primissima infanzia, ben 74 anni fa: ne avevo allora appena 4.

Ritornando dall’asilo infantile ( così si chiamava a quei tempi) trovavo ogni giorno al centro della sala una mela o un’arancia.

Alla mia sorpresa e alla mia gioia la mamma mi diceva:”te l’ha fatta trovare S. Pasquale, perchè sei stato bravo con le suore e con i compagnetti .

Se  sapeste  con  che  simpatia  guardavo  il  quadro del  santo,  ritratto  nell´atteggiamento di  contemplare  l´ ostia.

   Il fatto che  non mi guardasse   non  mi  creava  problema: trovavo  normale che  le  persone grandi  (e   il  mio  santo  lo era) avessero cose importanti  da  fare , e  non  sempre potevano badare di piccoli.

  Io ero fiero  lo stesso, per il  fatto che mi  volesse bene  e  continuasse a farmi   trovare arance  e mele.

  Questo ricordo é affiorato alla  mia  memoria , quando, il  17  maggio scorso,  giorno della festa  di S. Pasquale , é  finalmente  cominciata   l´attività  dell´ ambulatorio  oftalmologico ´´ Dott . Sergio  Tabacchi ´´   del    progetto ´´ visione solidale , a beneficio dei piú  poveri  della nostra comunità. 

 Nei  primi  tre mesi  son passate  dall´ ambulatorio  circa 300 persone  e  sono stati   distribuiti     diecine di  occhiali.

  Mentre il  progetto oftalmologico é  arrivato in  porto,  quello parallelo della  ceramica artistica si  trova in  alto  mare (si  fa per  dire !) : poiché il container, partito da S. Stefano di  Camastra ( ME) in gennaio é  arrivato   il 7  marzo  in  un  porto del  sud   del  Brasile.
   Siamo  alle  prese con le  vie misteriose della burocrazia , con  le sue richieste di  documenti  e  altre  esigenze  quasi…  infinite  .  Speriamo  che  tra  non molto  possiamo  inviarvi notizie  dell´arrivo  del container  a  Salto  da Divisa   e del  conseguente inizio  dell´attività.

  Per  finire , é  quasi  totalmente  realizzato un progetto di irrigazione  per l´ accampamento  ´´ Don Luciano” dove  vivono  sotto le  tende  circa 100 famiglie  del  MST( movimento  dei senza terra).

   Mille pulcini  si avviano  a diventare polli, mentre  tra poco sarà pronto un porcile per l´allevamento  di 70 maialini. Tutto  ciò  é dovuto  al cuore  grande e alla grande  dedicazione  di  suor Geraldina, che vive tra gli accampati e  alla   cooperazione  di   amici italiani , Quirino e  Marco  e del  loro  gruppo  di Viganó   (Lecco) che  hanno  ricavato fondi  organizzando  una serata brasiliana  con  cibi  e prodotti  tipici .

 Dulcis in fundo! I bambini iperattivi della ONG Servir ela Vita di Santa Maria ringraziano i loro amici italiani che li aiutano a crescere più sereni: Marcella Messina di S. Stefano e Quirino e Marco di Viganó.
 Ecco  amici , un  piccolo  spaccato    della  nostra  vita .

 Piccoli  progetti  sí , ma che ci costano  tanta fatica e preoccupazioni, in un mondo  onde esistono oceani  di problemi  e bisogni .

 Si  tratta di piccole  gocce , capaci però  di indicare  la direzione  della solidarietà  e della  speranza

 Abbracci  fraterni Frei Emilio  Santi Piro Missionario  Cappuccino in  Brasile

P.S . 1 .P.  Giacomo Valenza é  stato  inviato  in  una  parrocchia  povera delle´ interno di Minas Gerais.  Invieremo notizie più  dettagliate  in  seguito

P.S.2.    Chi  volesse aiutarci  ad aiutare  ecco  i  nostri  contatti  in Italia:

  1. Domenico  Costanzo – Cappuccino , nostro rappresentante  fraterno  a Castelbuono  (PA)  tel. 0921671131 Cell.3891175411
  2.   P.Luigi  Saladdino, Provinciale  dei frati  cappuccini  di Messina tel: 09040094 cell. 3396782882

 Tanto l´uno  quanto l´ altro  hanno  il  c/ corrente postale  intestato  al  nostro  ufficio  missionário

 frei Emilio

l primi prodotti di verdure  e  legumi  sono stati collocati  nel  locale mercatino di Salto  da Divisa.

Questo post è stato letto 3.635 volte

 

 

Lascia un commento

Utenti collegati
Liturgia del giorno
Cliccando sulle icone link per visualizzare e accedere alla liturgia del giorno e alla liturgia delle ore.
Le vignette di T&T

Cliccando sulla immagine link per visualizzare le vignette. Richiedi password per accedere




Concili
nella storia
della Chiesa

Piccola
biblioteca
da "sfogliare"

Raccolta video
"Il Confronto"

I Migranti sono
Persone..
non questioni
migratorie

Riflessioni sui
Migranti:
ricordando
La storia
di Ruth

P. Sorge
La politica
di chiusura
Mostrerà
la propria
disumanità

Lettera al
Presidente
della Repubblca
delle clarisse
carmelitane

Il nuovo patto
delle Catacombe
Chiesa povera
per i poveri

Cardinale Zuppi
a "Che tempo che fa"